Codice fiscale inverso







Il calcolo del codice fiscale inverso è molto semplice. Per poter ottenere i dati è sufficiente inserire nella form qui sopra il codice fiscale e poi cliccare su invio. Subito verranno mostrati i dati identificati come sesso maschile o femminile, data di nascita e paese di nascita compresa la nazionalità.

E' chiaro che risulta impossibile per un sistema automatico calcolare, partendo dal codice fiscale, anche il nome ed il cognome poichè esistono al mondo migliaia di nomi e cognomi con la medesima combinazione di lettere. Il nome ed il cognome, in questo sistema, quindi non possono essere calcolati.

Il codice fiscale è un codice alfanumerico che identifica ciascun cittadino ai fini fiscali. Esso viene calcolato tenendo conto delle lettere del cognome, del lettere del nome, della data di nascita, del sesso e del Comune di nascita, ovvero: tre caratteri alfabetici per il cognome; tre caratteri alfabetici per il nome; due caratteri numerici per l'anno di nascita; un carattere alfabetico per il mese di nascita; due caratteri numerici per il giorno di nascita ed il sesso; quattro caratteri, di cui uno alfabetico e tre numerici per il Comune italiano o per lo Stato estero di nascita. Il tesserino su cui è riportato tale codice, in aggiunta ad alcuni dati del soggetto titolare, è rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.

La correttezza del codice fiscale può essere verificata attraverso apposita applicazione online disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui vengano riscontrati errori basta chiedere la sostituzione del tesserino presso qualunque ufficio dell’Agenzia delle Entrate semplicemente esibendo un documento di riconoscimento. Cosa diversa è invece il caso dell’omocodia, ovvero il caso in cui a due soggetti viene attribuito il medesimo codice fiscale. Non essendo prevista alcuna possibilità di controllo per prevenire o correggere situazioni di questo tipo, i casi di omocodia vengono fuori nella maggior parte dei casi quando un soggetto viene chiamato a versare tributi non dovuti o in situazioni analoghe. In tal caso l’Agenzia delle Entrate provvede a correggere il codice fiscale del soggetto che inoltra la segnalazione sostituendo con una lettera uno dei sette numeri presenti nel codice fiscale.

L’Agenzia delle Entrate in alcuni casi può provvedere al rilascio di un codice fiscale provvisorio, ossia un codice fiscale di undici cifre, di cui le prime sette cifre rappresentano il numero di matricola del soggetto, le cifre dall'ottava alla decima identificano l'ufficio che attribuisce il numero di codice fiscale provvisorio e l'undicesimo è il carattere numerico di controllo. Il codice fiscale provvisorio, ad esempio, viene rilasciato ai lavoratori extracomunitari regolarizzati ai sensi della Legge n. 222/2002 e che sono in attesa di convocazione presso la Prefettura. Ciò avviene non automaticamente ma su richiesta degli interessati qualora abbiano necessità di ottenere tale codice al più presto.